RASSEGNA STAMPA – CENTRO EMODIALISI DI TORRICELLA

DE PALMA (FI): RIATTIVARE SUBITO SERVIZIO SENZA PENALIZZARE ANCORA I CITTADINI

“Ieri si è tenuta in Commissione Sanità l’audizione che avevo richiesto assieme al collega Mazzarano sul centro di emodialisi di Torricella, la cui chiusura ha determinato l’interruzione di un servizio vitale in tutto il territorio orientale della provincia di Taranto. Non esiste più, infatti, alcun centro che eroghi il trattamento nel distretto socio-sanitario 7 di Manduria ed è una circostanza gravissima, considerando che il presidio ospedaliero di Taranto non riesce a far fronte a tutte le richieste.

A questo proposito, ho ritenuto di chiedere alla dirigenza della Asl di evitare di riprendere un’ipotesi inaccettabile, quasi offensiva e indecente per i cittadini: ovvero quella dei turni notturni. Si costringerebbe l’utenza, così, a percorrere decine di chilometri di notte per raggiungere Taranto, per giunta su strade non troppo sicure. Ed è, pertanto, una soluzione da scartare a priori per non danneggiare ulteriormente cittadini che hanno un bisogno essenziale della dialisi.

Ho chiesto, quindi, alla Asl di redigere e illustrarci delle proposte e delle soluzioni fattibili, che non mortifichino i pazienti e siano in grado di assicurare a tutti l’erogazione del servizio nel distretto di Manduria. A tal proposito, se la struttura pubblica non è in condizioni di offrire le prestazioni in questione, non si comprende perché non si consenta al centro di Torricella di erogarle in regime di convenzione come avvenuto fino alla chiusura nel 2021. Perché l’unica cosa che conta è ripristinare un servizio ad oggi inesistente e dare una risposta alla comunità”.