Protesta a Bari al fianco dei lavoratori ex Ilva

Buongiorno, ieri mattina ho preso parte alla protesta a Bari al fianco dei lavoratori ex Ilva, esprimendo la mia vicinanza ed il mio sostegno ai lavoratori che stanno vivendo un momento di grande preoccupazione per il loro futuro: i dipendenti dell’ex Ilva, delle Sanitaservice e coloro che sono occupati da anni nelle mense ospedaliere della nostra Regione. E’ una fase drammatica per tutti e noi non possiamo che condividere la richiesta che rivolgono alle istituzioni: vogliono risposte.

📌 La Regione, durante l’incontro, ha promesso lo stanziamento di 10 milioni di euro per l’avvio di un progetto pilota: i 1.500 lavoratori che andranno in cassa integrazione saranno impiegati in lavori di pubblica utilità a servizio dei Comuni con una retribuzione che si aggiungerà alla cig. Il tutto fino al reinserimento in fabbrica, anche se non si conoscono i tempi per questo passaggio visto che Acciaierie Italia non ha chiarito quali siano le prospettive per i prossimi piani industriali.

📌 Sul bando regionale per il servizio di ristorazione ospedaliera, inoltre, ho presentato, assieme ai colleghi del mio Gruppo, una mozione affinché vengano cristallizzate le tutele per il posto di lavoro dei dipendenti: il rapporto contrattuale è cessato a fine febbraio e loro sono giustamente in apprensione per il domani, non avendo ricevuto garanzie e a fronte di un bando in cui la clausola sociale è a dir poco fumosa.