IMU AGRICOLA, DE PALMA: “AVEVAMO RAGIONE! TUTELATI GLI AGRICOLTORI”

«Sull’Imu agricola avevamo visto giusto. Ora ci aspettiamo che il Governo intervenga definitivamente: i nostri produttori lo meritano».

La notizia diffusa in questi giorni, relativa al pronunciamento del Tar del Lazio rispetto ad un ricorso presentato da un comune del catanese, è stata accolta positivamente dal candidato sindaco del centrodestra ginosino Vito De Palma. Ad aprile scorso, infatti, sindaco in carica, fu proprio lui a dare uno specifico impulso alla Giunta a procedere sulla medesima strada, ricorrendo al tribunale amministrativo per sollevare la questione di legittimità costituzionale del provvedimento governativo.

«Oggi, come allora – ha dichiarato De Palma –, l’applicazione di quel tributo ci appare almeno iniqua, non tenendo conto delle numerose difficoltà patite dal settore e, soprattutto, di un aspetto imprescindibile: la “terra” è un mezzo di produzione per gli agricoltori, non può essere tassata a questi livelli». Il ricorso presentato dal Comune di Ginosa ad aprile, quindi, è servito ad aumentare il livello di attenzione sull’argomento e a tributare all’Amministrazione De Palma il ruolo di “amica dell’agricoltura”.

Quell’iniziativa, infatti, fu presa in solitaria in un territorio dove l’agricoltura è la prima voce di reddito, nel silenzio assordante di tutti gli altri comuni. Un primato che fu riconosciuto anche dalle organizzazioni di categoria, che auspicando l’emulazione di altre amministrazioni definirono “lodevole” l’azione dell’Amministrazione De Palma.

L’eventuale incostituzionalità della norma sull’Imu agricola, comunque, potrebbe aprire scenari davvero inaspettati. Gli agricoltori, infatti, fino ad oggi hanno pagato regolarmente: se l’Imu agricola dovesse essere ritenuta incostituzionale, però, si tratterebbe di somme versate illegittimamente e potenzialmente recuperabili. «Ecco perché è necessario che il Governo intervenga – ha aggiunto De Palma – ponendo rimedio al pasticcio legislativo che ha avuto serie ripercussioni sui cittadini, sulle imprese e sui comuni».

L’impegno a favore dell’agricoltura, quindi, continua e diventa un punto fermo delle posizioni programmatiche di De Palma: «Ad aprile mettemmo nero su bianco la nostra vicinanza al mondo rurale – ha concluso il candidato sindaco di centrodestra –, siamo disposti a farlo anche oggi, continuando a sostenerlo in tutte le situazioni».